Autore: Luciana Quaia

Muoversi-Insieme-Stannah-leader-montascale-poltroncina

La comunicazione non verbale nelle relazioni di aiuto

Scritto da Luciana Quaia il 18/04/2012

Viviamo in un mondo dominato dalla comunicazione virtuale: televisione, radio, telefono cellulare, applicazioni informatiche, Internet…, ne siamo talmente immersi e circondati  da correre il rischio di dimenticare che noi stessi siamo comunicazione, strumento privilegiato di scambio che ci permette di entrare in contatto con l’altro, crescere e costruire senso di identità. In questo articolo prenderemo […]

Continua a leggere >
Stannah-montascale-detrazioni

Cinema che cura

Scritto da Luciana Quaia il 23/03/2012

Più volte su queste pagine ci siamo intrattenuti sul tema della potenza delle storie e delle narrazioni, sia riferendoci all’uso delle fiabe per risolvere i conflitti del bambino, sia al racconto autobiografico nei diversi passaggi dei cicli di vita, sia come possibilità di rispecchiamento e di identificazione in momenti cruciali della propria esistenza, quando diventa […]

Continua a leggere >
Stannah-muoversi-insieme-montascale-a-poltroncina

Vivere le emozioni

Scritto da Luciana Quaia il 22/02/2012

Inattese e impreviste, fugaci e mutevoli nelle loro variabili sfumature, fonti di impaccio o di ispirazione, nel buio degli abissi o nel celeste del sublime … stiamo parlando di emozioni, vita e colore della nostra esistenza.E’ complicato spiegare razionalmente che cosa sono le emozioni, essendo le stesse ambivalenti per definizione. Se prendiamo in considerazione la […]

Continua a leggere >
Muoversi-Insieme-Stannah-montascale-anziani

Ricordo e memoria attraverso la fotografia

Scritto da Luciana Quaia il 16/01/2012

Edgar Reitz nel suo famoso film Heimat racconta la saga di una famiglia tedesca nel corso del Novecento. A partire dal secondo degli undici episodi, il regista utilizza l’espediente fotografico per riassumere le puntate precedenti e dare inizio a quella successiva. In ogni apertura capitolo compaiono quindi le fotografie dei personaggi fino lì raccontati mentre […]

Continua a leggere >
Blog-Stannah-montascale-per-interni-anziani

Perchè raccontare le fiabe ai bambini

Scritto da Luciana Quaia il 21/12/2011

“Tanto, tanto tempo fa …”, la fiaba era di tutti. Intere generazioni di adulti hanno amato e sono state affascinate dalla magia dei racconti fantastici che, tramandati a voce, hanno diffuso fino ai nostri giorni il patrimonio della tradizione e i contenuti dell’immaginario collettivo costruiti in secoli di narrazione. Quando la fiaba diventa dei bambini? […]

Continua a leggere >
Blog-Stannah-montascale-per-anziani-disabili

Vivere una malattia a prognosi infausta

Scritto da Luciana Quaia il 22/11/2011

Se la morte, signor mio, fosse come uno di quegli insetti strani, schifosi, che qualcuno inopinatamente ci scopre addosso … Lei passa per via; un altro passante, all’improvviso, la ferma e, cauto, con due dita protese le dice: – scusi permette? Lei, egregio signore, ci ha la morte addosso” – e con quelle due dita […]

Continua a leggere >
Muoversi-Insieme-Stannah-leader-mondiale-montascale-disabili

Relazione e comunicazione con la persona colpita da demenza (parte seconda)

Scritto da Luciana Quaia il 20/10/2011

Sia pure con dolente rassegnazione, spesso nei colloqui dei familiari caregiver di malati di demenza emergono frasi come: “Non capisce ciò che gli dico”; “Non sa più prendere decisioni”; “E’ diventato pigro”; “Non sa fare più niente”.Tali convinzioni sono determinate dalle inconfutabili manifestazioni della progressione della malattia che implica la perdita di molte capacità, fra […]

Continua a leggere >
Stannah-muoversi-insieme-montascale

XVIII Giornata Mondiale Alzheimer – Relazione e comunicazione con la persona colpita da demenza (parte prima)

Scritto da Luciana Quaia il 19/09/2011

Il 21 settembre anche quest’anno ci ricorda una malattia drammatica su cui  la ricerca scientifica, pur compiendo notevoli progressi, non ha ancora raggiunto un rimedio risolutivo.l’Alzheimer è la forma più diffusa di demenza ed è caratterizzata dal progressivo degrado delle cellule cerebrali che determina, col trascorrere del tempo, l’incapacità di un soggetto di portare a […]

Continua a leggere >