Scritto da Stannah il 18/05/2011

Una casa accogliente... tutta la vita

Stannah-montascale-detrazioni

La casa in cui viviamo dice molto di noi, delle nostre abitudini e del nostro carattere. Purtroppo, può capitare che all’improvviso non sia più accogliente come un tempo. Succede per esempio in caso di malattia che ci rende più faticosa la mobilità, un’eventualità da considerare man mano che invecchiamo. Per fortuna, pensandoci per tempo, possiamo rendercela di nuovo amica. A dirlo, è Giovanni Del Zanna, nell’articolo pubblicato oggi nell’area Magazine, settore Architettura.
Una casa a misura di anziano, e più in generale adatta a tutte le esigenze, può essere ottenuta anche senza grossi stravolgimenti della struttura originaria.
Il nostro architetto ci consiglia dunque come modificare i singoli ambienti che abitiamo nella nostra quotidianità, a partire dal bagno, la stanza più “scivolosa”, in senso proprio e metaforico.
Il tono del suo articolo è rassicurante e insieme concreto: forse perché, per scriverlo, l’autore ha scelto di avvalersi della collaborazione di Pia Paganetti, fisioterapista esperta di tecniche riabilitative delle persone con disabilità.
Tutti, in definitiva, possiamo accedere a un ambiente domestico ospitale, in qualunque fase e condizione della nostra vita.
A voi è capitato di dover riprogettare la vostra casa? Raccontateci la vostra esperienza, vi aspettiamo.

Leggi l’articolo di Giovanni Del Zanna e Pia Paganetti