Dietro un grande uomo... una grandissima madre!

Scritto da Stannah il 05-05-2010

Un detto afferma che dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna. Di solito si pensa a una moglie o comunque a una compagna di vita, però, a ben guardare, potrebbe trattarsi anche di un’altra figura altrettanto importante: la madre, di cui domenica prossima si celebra la festa. Non siete d’accordo? Facciamo qualche esempio.
Avete presente Sigmund Freud? Ebbene, l’inventore della psicanalisi di cui giusto tra un giorno ricorre il 154 esimo anniversario del compleanno, ha basato una delle sue teorie più importanti, il complesso di Edipo, proprio partendo dal suo rapporto con la madre. Tonino Guerra, invece, celebra la propria genitrice in una pagina bellissima del suo ultimo libro ricordando la giornata di caldo torrido in cui venne a Roma a trovarlo portandosi in piazza San Pietro i manicaretti che aveva preparato per lui, non avendolo trovato a casa. Sicuramente nella sua formazione di “poeta contadino” molto ha inciso l’educazione ricevuta dalla madre. E poi ci sono le grandi genitrici destinate a entrare nella storia, come Elisabetta d’Inghilterra che ancora detiene lo scettro nonostante l’età non più verde del principe Carlo; oppure le ministre-madri (come Rachida Dati o Mariastella Gelmini) che si fanno installare la nursery in ufficio: è facile immaginare che i loro pargoli cresceranno a latte e politica e chissà che un domani non seguano la carriera materna. Sì, perché le madri non se ne stanno più dietro le quinte come una volta, ma si mostrano in tutta la loro potenza… forse è per questo che i figli non crescono mai e restano bamboccioni?
Vi lasciamo con questo dubbio pseudo-serio, augurando a tutte le madri, passate, presenti e future, una felice festa. Qualunque sia il rapporto che vi ha legato a lei, dedicatele un pensiero domenica prossima: ne sarà felice, dovunque sia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.