Scritto da Angela Maria Messina il 21/07/2008

Acqua, bevande, succhi... un aiuto per stare in forma

Blog-Stannah-montascale-leader-montascale-poltroncina

OCA.jpgd’estate, spesso a causa del caldo e ancor più dell’afa ci si sente stanchi, senza voglia di fare niente… Per riprendere energia la prima regola, la più importante, è quella di bere frequentemente nell’arco della giornata: serve per reintegrare l’acqua, elemento indispensabile al nostro organismo, e importanti minerali, tra cui sodio e potassio, che si perdono con la traspirazione e il sudore.
Ma cosa è meglio bere?
Sicuramente acqua minerale, almeno un paio di litri al giorno, durante e al di fuori dei pasti, anche quando non si avverte lo stimolo della sete. Sono acque che possiedono caratteristiche diverse a seconda del loro contenuto in minerali e vengono imbottigliate come sgorgano dalla sorgente; inoltre devono essere batteriologicamente pure e prive di inquinanti. È solo permesso aggiungere anidride carbonica per renderle gassate; altri trattamenti sono vietati.


Ci sono quindi le acque minerali senza bollicine, quelle “gassate” che sono state addizionate con anidride carbonica e quelle già leggermente frizzanti alla sorgente che vengono dette “effervescenti naturali”. La scelta tra una di queste dipende dalle abitudini di ciascuno; è meglio comunque evitare quelle gassate se si hanno problemi di presenza di aria nello stomaco e di gonfiori addominali.

Durante la giornata si può scegliere anche del tè, meglio se preparato in casa così non si esagera con lo zucchero, presente in maggiore quantità in quello confezionato.
Anche i succhi di frutta possono essere consumati quando si ha voglia di bere qualcosa di più “saporito” dell’acqua, ma in questo caso prima di scegliere leggiamo con attenzione l’etichetta. Ci sono infatti moltissimi tipi di bevande a base di frutta che vengono individuate dal consumatore come succhi di frutta, ma che sono molto diverse una dall’altra.

Ci sono i “succhi” veri e propri che contengono frutta al 100%, in quanto ottenuti dalla spremitura del frutto; molto diffusi sono anche i “nettari” che vengono prodotti aggiungendo acqua ed eventualmente zucchero a succo e polpa di frutta; la quantità di frutta presente va dal 25% al 50%. Nei succhi e nei nettari deve essere indicata in etichetta la percentuale di frutta presente: questa rappresenta una informazione importante per il consumatore che può scegliere un prodotto con particolari caratteristiche di qualità.

Molto diverse dai succhi e dai nettari sono le “bevande alla frutta”: un tempo erano le limonate o le aranciate, oggi sono tutte quelle bevande non gassate, molto pubblicizzate, che contengono diversi frutti, vitamine, minerali e altre sostanze benefiche, ma anche spesso zucchero e aromi, con una percentuale di succo della frutta anche molto bassa, circa il 12%.

d’estate aumenta anche il consumo di bibite gassate: sono prodotti a base di acqua con aggiunta di zucchero, aromi, altri additivi come i coloranti e ovviamente di anidride carbonica.
I succhi derivati dalla frutta e le bibite, inoltre, pur fornendo una buona quantità di acqua, contengono spesso troppo zucchero e quindi, subito dopo la prima sensazione di freschezza, difficilmente tolgono la sete.
In etichetta spesso compare la scritta “senza zucchero aggiunto”: in questo caso possono essere presenti dolcificanti artificiali come la saccarina (E954), il ciclamato (E952), l’aspartame (E951) e l’acesulfame-K (E950). Attenzione in questo caso a non esagerare nel loro consumo.

Un buon avvertimento è che qualunque cosa si voglia bere, è bene evitare le bevande fredde e ghiacciate perché possono provocare congestioni anche gravi.
Bisogna poi limitare notevolmente il consumo di alcolici, superalcolici, amari e digestivi che apportano inutili calorie in eccesso, non calmano la sete e rallentano i già difficili processi digestivi, causando sensazioni di torpore e sonnolenza; aumentano anche la sudorazione e la sensazione di calore, contribuendo così ad una maggiore disidratazione.

In certi casi particolari e solo su indicazione del medico, infine, si possono utilizzare degli integratori per riequilibrare le perdite di acqua, vitamine e minerali.

Insomma, per un’estate veramente energetica, non dimenticate di avere affianco come preziosa compagna una bevanda leggera, succosa e possibilmente con poco zucchero… a tutti, buone vacanze!


Leave a Reply

Your email address will not be published.