Il pasto giusto per nonni e nipoti? Con le 'Dieci P' di Italo Farnetani!

Scritto da Alessandra Cicalini il 30-06-2011

Molti nonni sono già partiti per le spiagge con i nipoti, in attesa che i genitori se li vengano a riprendere. La convivenza tra due generazioni così distanti può essere particolarmente difficoltosa… soprattutto a tavola. Sì, perché ai bambini alcuni cibi proprio non piacciono, ma non tutti i nonni sono in grado di riadattare le proprie abitudini alimentari a beneficio della pace domestica… intergenerazionale! Come ristabirla? Seguendo la “Regola delle dieci P” stilata dal pediatra Italo Farnetani.
Applicabili in qualunque contesto in cui ci siano bambini (dalle mense scolastiche a casa propria),
i consigli del professore partono dal principio generale “Piccolo è bello”, seguito pressoché da tutti i minori. Di qui la prima P del suo decalogo, ossia Pasta corta o riso, che sono meglio dei classici spaghetti di solito amatissimi dal nonno (più che dalla nonna!).
Seguono poi le Patate fritte, che non vanno demonizzate, anche se è essenziale cuocerle con olio extravergine di oliva e non con quello di semi; in generale, Farnetani dice sì alle Pietanze fritte, sempre con olio d’oliva; poi dà il suo ok alla Pizza, preferibilmente margherita o con l’aggiunta di wurstel, nel caso di nipotini sopra i sei anni; vanno benissimo anche le Polpette di carne e il Pesce senza lische; quindi il Parmigiano (il formaggio più gettonato dai bambini, precisa sempre il professore),
la Purea (di patate, ma anche di verdure),
i Pomodori rossi (il colore preferito dai più piccoli),
infine Piselli, fagioli o lenticchie, eventualmente trasformati in crema, un ottimo sistema per introdurre nella loro dieta anche i legumi senza che creino difficoltà.
Farnetani raccomanda tutti gli adulti di variare i pasti, una buona abitudine in ogni fase della vita, come quella di non salare troppo i cibi evitando la saliera a tavola.
A parole, sembrano consigli semplici, non credete? È all’atto pratico che bisogna essere rigorosi, però! E si sa che i nonni tendono a viziare i propri nipotini
Voi come vi comportate? Siete capaci di imporre il menu senza suscitare proteste? Raccontateci la vostra esperienza e buon pranzo a voi e ai vostri nipoti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.