Anziani pugliesi videomaker per "Genius Loci"

Scritto da Stannah il 09-11-2010

Per raccontare lo spirito di un luogo, la parola non basta: servono anche immagini, mostre e spettacoli teatrali, da condividere con il mondo attraverso il Web. Si può riassumere in questo modo il progetto Genius Loci, promosso dall’Auser Puglia e le sedi locali dell’associazione di volontariato di diverse città della regione a partire da Bari, in collaborazione con lo Spi-Cgil, il centro di ricerche per il sociale Meters e il Gruppo anonimo ’74 di Taranto. Si tratta di un’ambiziosa iniziativa che coinvolge in prima persona gli anziani, che si caleranno nel ruolo di “videomaker” per filmare i luoghi più significativi delle proprie zone di residenza, dalle chiese rupestri al porto di Molfetta, passando per i vicoli di Bari e il castello di Andrano.
Il materiale raccolto, adeguatamente montato, sarà usato per alimentare il primo museo virtuale regionale della memoria collettiva. Non solo: la fase attuale di ricerca e documentazione curata in prima persona dagli associati Auser servirà anche per dare vita a esperienze creative da presentare alla cittadinanza e ai turisti. “Genius Loci” vuole infatti moltiplicare i canali di conservazione e trasmissione della storia locale, affidando il ruolo di testimoni direttamente agli anziani delle zone coinvolte nel progetto. Incarnandosi in persone reali, la memoria dovrebbe insomma diventare viva e limitare l’istinto alla cancellazione del passato, spesso altrettanto presente negli uomini.
Voi che cosa ne pensate? Vi siete mai interessati alla storia della vostra zona? Che cosa avete scoperto che vorreste trasmettere alle generazioni che verranno, magari a partire dai vostri nipoti? Raccontateci la vostra esperienza: sarà interessantissimo ascoltarvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.