Scritto da Stannah il 13/05/2011

Che bello andare al museo... in una notte di maggio!

Muoversi-Insieme-Stannah-leader-mondiale-montascale-disabili

Visitare un museo è un’esperienza da gustarsi con calma. Di notte, poi, può diventare ancora più suggestivo, soprattutto in questi giorni odorosi di fiori. Devono averci ragionato su gli ideatori della Notte dei musei, nata in Francia su iniziativa dell’Unesco e del Consiglio di Europa nel 2005. Da qualche anno l’appuntamento si rinnova anche in Italia (a sinistra, il logo dell’iniziativa),
in concomitanza con gli altri paesi europei, nella notte tra il 14 e il 15 maggio. Ad animarlo, i musei civici e statali sparsi su tutta la Penisola, spesso con allestimenti ad hoc molto interessanti. Quest’anno, poi, la “notte” e la giornata internazionale dei musei di domenica 15 coincidono con i festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità nazionale, di qui la scelta “made in Italy” di dedicare l’iniziativa europea al tema della memoria. Che cosa andare a visitare nottetempo in famiglia?
Gli appassionati di storia patria possono raggiungere il Museo di Faenza del Risorgimento e dell’età contemporanea, che ospita una ricca collezione di stampe, dipinti, bandiere, busti del periodo napoleonico e risorgimentale e, in via straordinaria proprio per la sera del 14, un tondo raffigurante Giuseppe Mazzini realizzato nel 1878.
La Galleria d’arte moderna di Piacenza ha previsto invece visite guidate fino alle 22.30 e una scelta simile ha fatto anche il Museo d’arte e cultura sacra di Bergamo per la mostra “Dal Rinascimento a Andy Warhol”, allestita all’interno della struttura.
Oltre alle grandi città come Roma, Milano, Firenze, meritano una segnalazione anche gli appuntamenti fuori dai confini nazionali, come le mostre al Museo della caricatura di Varsavia o la retrospettiva dedicata a Stanley Kubrick nella Cineteca francese di Parigi. Di questi appuntamenti e di molti altri parla il portale La notte dei musei, a disposizione dei cittadini e degli enti interessati a pubblicizzare le proprie iniziative. Il sito è stato infatti creato da un gruppo di professionisti piacentini senza scopo di lucro – riferiscono loro stessi – proprio per dare visibilità all’evento.
Voi quale museo visiterete? Qualunque sia, buona passeggiata notturna, amici!

Leave a Reply

Your email address will not be published.