Gli anziani e le vacanze per tutti

Scritto da Alessandra Cicalini il 06-05-2011

Gli anziani desiderosi di vacanza dovrebbero affrettarsi, se intendono partecipare a uno dei numerosi soggiorni proposti dai principali Comuni di tutta Italia, in genere nelle più belle località montane, balneari e termali della Penisola. Sì, perché il grosso delle offerte potrebbe essere già stato assegnato, dal momento che, di solito, si dà la precedenza agli over 60 in possesso di un reddito Isee più basso. Tra le città che accettano ancora iscrizioni c’è Firenze, come abbiamo riportato di recente in una news. Per candidarsi, occorre contattare direttamente le sedi dei cinque quartieri in cui è suddiviso il capoluogo toscano. Il periodo dei soggiorni è stato fissato tra la fine di giugno e la seconda settimana di settembre ed è esteso anche agli anziani non autosufficienti e ai cittadini anziani “che non svolgano attività lavorativa”, come scrive il bando.
Il Comune di Jesi ha invece pubblicato la tabella con le fasce di reddito Isee utili per ottenere gli sconti su uno dei soggiorni organizzati nelle località termali di Sarnano, Chianciano e Montecatini. Per parteciparvi, si può presentare la candidatura entro il prossimo 10 giugno, ma lo stesso bando avverte che, qualora non si riesca a raggiungere il numero minimo di dieci partecipanti, la vacanza sarà annullata.
Il Comune di Livorno specifica a sua volta, con la formula della domande e risposte, chi sono i destinatari dei soggiorni in località “compresa tra 500 e 1000 metri sul livello del mare”, dando la precedenza agli over 65 che vivono in Rsa o in solitudine, oppure in coabitazione con un portatore di handicap; il secondo criterio è, naturalmente, il reddito basso (per informazioni, bisogna telefonare al numero: 0586/588176 dei Servizi Area Handicap e Ridotta Autonomia).
A Siena, inoltre, ci si avvale della collaborazione dell’Auser per offrire un’ampia gamma di soggiorni al mare e in montagna, ma potrebbe essere troppo tardi per iscriversi, a meno di non rivolgersi direttamente all’associazione per anziani, nella sede di via Mattioli, come riporta il bando comunale.
Da sottolineare, peraltro, come la città del Palio abbia previsto anche vacanze a totale carico dei partecipanti, nell’eventualità che vi sia comunque qualche anziano bisognoso di una mano nell’organizzazione del viaggio.
Quest’ultimo è facilitato anche da tour operator specializzati nel turismo sociale e accessibile, come nel caso di 7mates.com, il portale che si rivolge a “turisti che necessitano di bisogni speciali”, scrivono i curatori sull’homepage. I principali destinatari sono anziani e persone con ridotta mobilità e i luoghi di soggiorno sono stati selezionati con l’espressa eliminazione di ogni tipo di barriera.
Che agli anziani piaccia viaggiare è del resto confermato anche dalle ricerche statistiche sul settore, come riporta Informa anziani, che cita un 25% di over 60 tra i vacanzieri italiani, pari a circa 5 milioni di persone. Tra questi ultimi la maggioranza preferisce muoversi in compagnia, per vincere la solitudine e per affrontare gli eventuali momenti di stanchezza, accentuati dalle proprie condizioni di salute non sempre ottimali. Di qui, aggiunge l’articolo citato dal portale, l’importanza della presenza di agenzie e offerte di vacanza ad hoc.
Il che, naturalmente, non esclude l’eventualità di senior amanti del turismo fai-da-te; ma questi ultimi dovrebbero “fare meno notizia”, dato il mare magnum delle offerte di viaggio.
Detto in altri termini, è molto più utile dare rilevanza a chi garantisce il giusto bisogno di relax al maggior numero di anziani, qualunque siano le loro condizioni fisiche ed economiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.