La sobrietà vien di maggio...

Scritto da Stannah il 29-04-2009

sostieni la terra“Batti la povertà, il cambiamento climatico e la crisi economica!”. È lo slogan scandito dal video che promuove la Giornata mondiale del commercio equo e solidale, prevista il prossimo 9 maggio, con molti eventi in Italia e nel resto del mondo.
Per “battere” i problemi che assillano il nostro Pianeta, non servono i fucili, bensì semplici bacchette di legno che colpiscono ritmicamente colorati tamburi, alcuni ricavati da bidoni della spazzatura

Certo, nessuno si illude di sconfiggere carestia, riscaldamento globale e povertà facendo musica. Tuttavia, il messaggio è chiaro più così che con tante parole: se vogliamo aiutare le generazioni future, bisogna “armarsi” di coraggio e agire, innanzitutto modificando i nostri comportamenti quotidiani.Qualche esempio?
Pensiamo alla “good news” che ha chiuso “Report” la scorsa domenica, il programma condotto dalla giornalista Milena Gabanelli.
In un supermercato del bresciano, per risparmiare sull’energia elettrica, si sono fatte due semplici azioni: innanzitutto, si sono ricavati dei finestroni sul tetto in maniera da non dover tenere i neon sempre accesi; in secondo luogo, si sono chiusi molti frigoriferi dotandoli di sportelli scorrevoli. Si tratta, come racconta l’autore del servizio (Giuliano Marrucci),
della messa in pratica dei consigli della nonna, un tema su cui anche noi, qualche volta, abbiamo insistito. Nel nome della saggezza delle nostre nonne, che ci inseguivano per spegnere le luci da noi lasciate accese (e come illustra il giornalista di Report),
vogliamo dedicare il tema di maggio alla sobrietà.

Qualche rinuncia non può che far bene, amici, alle nostre tasche e al Pianeta.
Approfittiamo del mese dei fiori e dei profumi per ripensare ai nostri stili di vita, senza tristezza e senza eccedere nello zelo… e poi adesso c’è molta luce (e speriamo che arrivi anche il caldo: in molte zone d’Italia la primavera sembra ancora lontana…),
quindi è più facile spegnere le lampadine!
Volete seguirci nel nostro viaggio nella sobrietà? Speriamo, come sempre, di sì.
E buon primo maggio a tutti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.