Luglio, ti odio e ti amo...

Scritto da Stannah il 29-06-2009

luglio sul calendarioOgni anno, in questo periodo, si rinnova il rito di passaggio più importante per milioni di adolescenti: l’esame di maturità. Si tratta di un evento cruciale della vita: io stessa ricordo quasi alla perfezione quei lontani giorni di… vari anni fa, in cui, ripassavo latino con il ventilatore attaccato alla gola… infatti poi all’orale andai quasi del tutto afona!
Luglio è un mese speciale, quindi, per molti aspetti: finiti gli esami, i ragazzi godranno della più lunga estate della loro vita, in attesa di decidere se proseguire gli studi o cercare un lavoro (in bocca al lupo, davvero di cuore); ma anche gli altri, adulti e “super-adulti” compresi, non potranno restare indifferenti allo scorrere delle giornate più calde dell’anno, piene di eventi e di vitalità pressoché dappertutto. A luglio, infatti, il grosso della gente non è ancora partita per le vacanze, a causa del lavoro che non si può ancora mollare, oppure perché impegnata a guardare i propri nipoti in attesa che i figli possano finalmente staccare.
Si tratta di un mese vivace, dicevo, purché non ci si affatichi troppo: chi soffre il caldo, per esempio, farà bene a restare in casa nelle ore di canicola. All’imbrunire, potrà sempre visitare una mostra, scegliendo tra le numerose spesso aperte anche fino a tardi in questo periodo dell’anno.

aquiloneLuglio è un mese ricco di chiaroscuri, quindi: il sole così luminoso e caldo può anche darci alla testa e al contrario la brezza tiepida può trasformarsi facilmente in un vento freddo al primo temporale. Delle contraddizioni di questa stagione parlavano anche celebri canzoni: ricordate “Luglio” di Riccardo Del Turco, briosa e malinconica, e la triste “Estate” di Bruno Martino? Ecco. Luglio è così, piena di contrasti, affascinanti, certo, ma a volte ostici da digerire.
Nelle prossime quattro settimane, quindi, vogliamo condurvi in giro per l’Italia vacanziera, ma anche tra le città che hanno adottato servizi ad hoc per gli anziani che restano da soli mentre tutti vanno al mare. Vi daremo poi qualche consiglio su come trascorrere una piacevole giornata in casa lontani dal temibile solleone e quali film andare a vedere una volta che quest’ultimo sia tramontato.
Partiamo? Noi di certo: vi aspettiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.