Sì, salpare... sulla nave accessibile!

Scritto da Stannah il 30-07-2010

Viaggiare per mare può essere un’esperienza indimenticabile, a patto di avere a disposizione ogni comodità. Non tutte le cabine, per esempio, sono adatte ad accogliere persone in carrozzina, ma anche le famiglie che viaggiano con i bambini piccoli oppure gli anziani con qualche problema di deambulazione, tutte persone che però potrebbero desiderare una crociera. Per evitare inutili disagi, conviene informarsi per tempo: lo afferma Gaetano De Luca, nell’articolo che pubblichiamo oggi nell’area Magazine, settore Trasporti e Mobilità.
Il nostro avvocato elenca innanzitutto le normative nazionali e comunitarie che regolano i viaggi per nave, ma poi entra più nel dettaglio, descrivendo le caratteristiche dell’imbarcazione “virtuosa”. Può considerarsi veramente tale quella che, per esempio, ha una pendenza delle passerelle non troppo ripida e una larghezza dei corridoi di almeno un metro e mezzo. In tutti i casi, almeno qualche posto accessibile dovrebbe essere garantito, dal momento che la legge vieta la discriminazione in tutti gli ambiti della vita, viaggi compresi.
Voi siete mai stati in crociera? Volete raccontarci la vostra esperienza? Vi aspettiamo, prima che salpiate di nuovo!

Leggi l’articolo di Gaetano De Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.