Arriva la badante condominiale

Scritto da La Redazione il 06-02-2013

Un anno fa, a Bologna è partito “Badante di Condominio”, l’esperimento di assistenza agli anziani voluto da Confabitare e che presto, visto il successo registrato nel capoluogo emiliano, verrà messo in pratica anche in altre città, tra la quali Cagliari, Milano, Firenze e Prato.
Il progetto consiste in una vera e propria “condivisione” della badante da parte di condomini diversi, iniziativa molto utile nel caso in cui una famiglia non possa permettersi il costo di una badante “fulltime” o, ancora, nel caso in cui ci sia bisogno di assistenza solo per poche ore.
In questo modo, le famiglie assumono la badante solo per le ore concordate e arrivano a spendere in media 200-250 euro (contro i 1.200 euro solitamente spesi per una persona fissa). Inoltre, sono assistite da Confabitare nel disbrigo di tutte le pratiche burocratiche di assunzione e busta paga. Un altro vantaggio consiste nella presenza continua della badante che, restando nello stesso condominio per tutto il giorno, è sempre facilmente reperibile in caso di necessità.
Si tratta di benefici posseduti anche da un altro progetto lanciato da Confabitare, questa volta riguardante l’acquisto condiviso: a turno, un paio di volte alla settimana, alcuni volontari del palazzo o un incaricato dell’associazione, vanno al CAAB ad acquistare all’ingrosso frutta e verdura su ordinazione dei condomini ottenendo un risparmio del 50% sulla spesa. Come riportato sul comunicato stampa di Confabitare, la maggior parte dei condomini che hanno aderito all’iniziativa ha più di sessant’anni.
Per maggiori info: www.confabitare.it/.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.