Brindiamo insieme alla vita... con moderazione!

Scritto da Stannah il 14-04-2010

Rosso, rosè, frizzantino o fermo: il vino ha milioni di estimatori, come dimostra ogni anno Vinitaly che ha da poco chiuso l’edizione 2010. Eppure, per assaporarne davvero le note di fiori o di botte, non bisogna esagerare. Lo ricorda Angela Maria Messina nell’articolo che pubblichiamo oggi nell’area Magazine, settore Alimentazione.
La nostra nutrizionista prosegue così il suo viaggio all’interno delle Linee guida della sana alimentazione, aggiungendo un interessante excursus sulla bevanda di Bacco, cara agli uomini dalla notte dei tempi.
L’esperta dedica qualche riga anche ai superalcolici, verso i quali serve cautela ancora maggiore, soprattutto perché in genere vengono consumati lontano dai pasti.
Prima di lasciarvi al suo articolo, vi diamo un suggerimento: se proprio non volete rinunciare del tutto al prodotto dell’uva, provate a fare un corso di sommelier. Sembra infatti che gli assaggiatori di professione si limitino a trattenere un po’ sul palato un sorso dell’inebriante bevanda senza mandarla giù… magari, però, la frustrazione diventa più forte, direte voi… E poi si rischia di incarnare il personaggio dipinto da Antonio Albanese in uno sketch ormai popolarissimo. Qualunque sia la vostra decisione, brindiamo con voi, metaforicamente, alla vita. Buona lettura!

Leggi l’articolo di Angela Maria Messina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.