Chi sono gli anziani di oggi? Ce lo spiega il Centro Maderna!

Scritto da Stannah il 09-05-2011

Chi sono gli anziani di oggi e quale ruolo hanno nella famiglia italiana? Alle due domande cercheranno di rispondere i relatori invitati al convegno organizzato dal Centro Maderna a Stresa, nell’hotel Regina Palace, il prossimo 20 maggio. Dell’istituto specializzato nella documentazione e la ricerca sulla terza età abbiamo avuto occasione di parlare l’anno scorso con Sarah Colombo, la coordinatrice dell’area formazione.
Stavolta, però, il Centro Maderna esce allo scoperto in un’iniziativa di carattere nazionale, che ha previsto persino un concorso di cortometraggi, intitolato Vecchio corto, incentrato su questo periodo della vita sempre più protagonista nella società del nostro Paese.
Quando non sono più in grado di badare a loro stessi, gli anziani mostrano infatti una vitalità di interessi in molti settori, dalla filosofia allo sport, passando per il sostegno più che concreto al menage delle famiglie dei propri figli e all’economia in generale. Anche la pensione e la malattia (con un focus sull’Alzheimer) saranno oggetto di interventi ad hoc, contribuendo a tracciare un identikit a tutto tondo degli anziani di oggi.
Le conclusioni della giornata sono state affidate a un rappresentante del Governo, presumibilmente allo scopo di gettare in tavola le questioni aperte da affrontare nei prossimi anni.
Tra gli ospiti, Silvia Vegetti Finzi, psicologa-psicoterapeuta e scrittrice, Marco Trabucchi, direttore scientifico Gruppo di Ricerca Geriatrica di Brescia, Giuseppe Altamore, direttore del mensile Club3 Vivere in armonia, Giordana Ferri, responsabile area progettazione e ricerca di Fondazione Housing Sociale e vari esponenti del settore pubblico impegnati nella tutela e nella cura degli anziani.
Il convegno dà crediti formativi a medici, infermieri e operatori sociali in genere, ma, salvo problemi di capienza nell’hotel che lo ospita, può essere stimolante anche per i semplici cittadini. Siete d’accordo? Andateci e poi raccontateci com’è andata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.