Scritto da La Redazione il 22/07/2014

Couscous mon amour

spezie

Il couscous è un piatto tipico dei paesi che si affacciano sulla sponda meridionale del Mar Mediterraneo e che risale a tempi davvero immemorabili. Ottenuto dalla macinazione del grano duro, lo si accompagna spesso con verdure, carne o pesce, a seconda dei gusti. Date le sue origini, si potrebbe dire che il couscous nasce come un lontano parente dello “street food” moderno. Questo piatto, infatti, veniva consumato dalle antiche popolazioni nomadi la sera prima di passare la notte in tenda. Con il passare del tempo il couscous si diffuse anche nel Maghreb, in particolar modo in Marocco, Tunisia e Algeria, accompagnato dalla harissa, una salsa piccante a base di olio, aglio e peperoncino. Da qui, attraverso gli scambi commerciali con l’Europa, il couscous si diffuse, grazie ai pescatori, anche in Italia, Francia e Spagna e in tempi più recenti è tornato alla ribalta in concomitanza con le grandi ondate migratorie.

Come vuole la tradizione, il couscous si mangia tutti assieme attorno a un unico piatto e utilizzando rigorosamente le mani. In particolare, per gli osservanti del Corano, questi dispone che il couscous sia mangiato solo con le tre dita della mano destra, in modo da differenziarsi dal diavolo che ne usa solo uno, dal Profeta che ne usa due e dall’ingordo che ne usa cinque. Badate bene, però, che vi è un’altra usanza ancora. Stando a quanto prevede una rigida etichetta, infatti, i commensali, prima del pasto, devono sussurrare “Biss’mi Allah”, ossia una preghiera di benedizione per la mensa.

Dopo avervi raccontato i retroscena di questo magico piatto, vi proponiamo ora la ricetta proposta di Giallo Zafferano per realizzare un perfetto couscous alla marocchina.

Per preparare un couscous per 4 persone, avrete bisogno di:

  • 800 gr di agnello
  • 50 gr di ceci
  • 2 carote
  • 2 cipolle
  • 3 cucchiai di olio
  • 1 bustina di zafferano
  • Pepe macinato fresco q.b.
  • 100 gr di piselli
  • 50 gr di uvetta
  • 3 zucchine
  • 2 pomodori
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 mazzetto fresco di coriandolo oppure macinato q.b.
  • 450 gr di couscous
  • 40 gr di burro

Prima di tutto mettete in ammollo i ceci un giorno prima, poi tagliare la carne di agnello a grossi pezzi e mettetela nella parte inferiore della couscussiera. Tritate le cipolle e aggiungetele alla carne, poi i ceci che avrete preventivamente sciacquato e scolato, le carote pelate e tagliate a fette, l’olio, un po’ di pepe macinato e lo zafferano. Coprite il tutto d’acqua e lasciate cuocere a fuoco lento per circa un’ora e aggiustate di sale. In attesa che lo stufato inizi a bollire, inumidite il couscous con un po’ d’acqua fredda e mettetelo a cuocere a vapore per mezz’ora nella parte alta della pentola. Una volta tolto dal fuoco, aggiungete il sale, un filo d’olio e rimettete il couscous nuovamente nel recipiente superiore della couscussiera, aggiungendo l’uvetta sciacquata, i piselli, i pomodori tagliati a pezzi grossolani, le zucchine tagliate a fette, il prezzemolo e il coriandolo tritati. A questo punto lasciate cuocere il tutto per altri 20-30 minuti, a fuoco moderato. Una volta terminata la cottura, versate il couscous in una grande ciotola, aggiungete il burro a fiocchetti e mescolate bene fino a che si sciolga. Disponete poi il couscous in un piatto da portata dai bordi rialzati, e nel centro, disponete la carne e le verdure, irrorando bene il tutto con il fondo di cottura.

Portate in tavola servendo a parte la salsa piccante.

Buon appetito!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.