Scritto da La Redazione il 29/11/2013

Giornata Nazionale del Parkinson, ricerca e iniziative per conoscere meglio e prevenire una malattia che può colpire a tutte le età

Muoversi-Insieme-Stannah-montascale-poltroncina

Spesso il morbo di Parkinson viene considerato come una malattia per soli anziani. Tuttavia, una recente ricerca britannica condotta dal prof. Colin Pritchard evidenzia come vi sia stato un’allarmante epidemia nascosta di aumento dei decessi neurologici tra il 1979 e il 2010 di adulti sotto i 74 anni nei paesi occidentali. In Italia la patologia interessa 230.000 persone, la maggior parte delle quali tra i 60 e 65 anni, ma 1 paziente su 4 ha meno di 50 anni e il 10% ha meno di 40 anni. Il 78% dei cosiddetti “caregiver” afferma di non conoscerne i segnali e l’87% del campione intervistato dichiara di non aver mai preso in considerazione la patologia.

Su questo tema e tanti altri legati alla malattia scoperta per la prima volta dal dott. James Parkinson nel 1817 si è incentrata la campagna di sensibilizzazione medico-scientifica di LIMPE (Lega Italiana per la Lotta contro la malattia di Parkinson, le sindromi extrapiramidali e le demenze) e DISMOV-SIN (Associazione Italiana Disordini del Movimento e Malattia di Parkinson), le due associazioni che formano il comitato promotore della Giornata Nazionale Parkinson che si svolgerà domani sabato 30 novembre. Siccome un solo giorno di riflettori non può bastare, le due associazioni hanno trasformato la quinta edizione della GNP in una campagna di informazione che è partita lo scorso 10 novembre su questa vera e propria emergenza socio-sanitaria. La GNP coinvolge da sempre i centri che vi aderiscono e da oggi rafforza ulteriormente il suo impegno, coinvolgendo più strutture locali che metteranno a disposizione specialisti che forniranno approfondimenti sulla malattia. Non si tratta quindi di una sola giornata dedicata alla malattia, ma di un vero e proprio percorso fatto di ricerca, iniziative e raccolta fondi.

Un ampio rilievo sarà dato alla raccolta fondi, tramite sms al numero 45593, bonifico bancario o Paypal, a favore della ricerca della prevenzione delle cadute che si consolida quest’anno e che si pone come obiettivo il sostegno ai pazienti nella fase avanzata della malattia con difficoltà di deambulazione e disturbi dell’equilibrio. Nel corso della conferenza stampa di presentazione della Giornata Nazionale Parkinson, saranno diffusi i risultati e gli aggiornamenti relativi alla ricerca sulle cadute, con dati significativi per lo sviluppo di trattamenti e terapie per la cura e prevenzione della patologia.

Per saperne di più potete consultare il sito http://www.giornataparkinson.it, la pagina Facebook o l’account Twitter.