I cinquantenni e lo spauracchio dell'andropausa...

Scritto da Stannah il 05-05-2011

Il caso di Gianna Nannini, madre a 54 anni, è raro, si sa; per gli uomini, invece, procreare è possibile anche molto più in là. Un recente articolo de La Repubblica cita gli esempi famosi di Charlie Chaplin, Vittorio Gassman e Pablo Picasso, padri più che tardivi… Lo stesso pezzo era però dedicato all’andropausa, un problema che, per l’appunto, non annullerebbe necessariamente la capacità riproduttiva. A mutare, negli uomini che ne sono colpiti, è infatti la libido e la possibilità di “resistere” nel tempo. Il disturbo affligge molti cinquantenni – vi si legge – ma per fortuna esiste qualche rimedio.
Il più importante è la somministrazione del testosterone, dal cui abbassamento dipende per l’appunto il calo del desiderio al maschile.
Certo, bisogna essere sicuri che non vi siano altre cause, per esempio problemi alla prostata più seri, tuttavia, il messaggio dell’articolo è: cinquantenni, non disperate.
Per cominciare, datevi a una moderata ma costante attività fisica, curate l’alimentazione, allontanando lo spauracchio del diabete, e soprattutto evitate di fumare. Sembra infatti certo il legame tra nicotina e abbassamento del testosterone.
In fondo, si tratta di consigli di buonsenso. Voi che cosa ne dite? Da parte nostra, speriamo siano raccolti dai moltissimi lettori dell’approfondimento scritto da Massimo Tanzi qualche tempo fa… In bocca al lupo a tutti, amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.