Scritto da La Redazione il 22/09/2011

Biciclettata benefica made in UK

Muoversi-Insieme-Stannah-leader-montascale-poltroncina

Altra impegnativa impresa di un dipendente Stannah è la protagonista del nostro post di oggi.
John Ottaway, progettista della Stannah Ltd ed ex membro dell’esercito, ha deciso di intraprendere un viaggio di piacere per andare a far visita alla sua amica e collega Caterina Daldoss (commerciale della Daldoss Elevetronic S.p.A.),
conosciuta anni fa in occasione di uno scambio di esperienza lavorativa tra aziende ascensoristiche, che ha portato Caterina in Stannah.
Fin qui nulla di strano…se non fosse che Caterina abiti a Pergine Valsugana, in Italia, e che John abbia deciso di coprire la distanza che separa la sua residenza di Andover e quella della collega in bicicletta!
Ha infatti deciso di intraprendere un giro di beneficenza di 890 miglia, sostenuto da Stannah e Daldoss e sponsorizzato da numerosi partners commerciali, che dal 16 al 26 settembre, partendo da Andover, attraversando Francia e Svizzera, lo ha portato ad arrivare in Italia.
l’eccezionalità dell’impresa è sottolineata dal fatto che ogni centesimo di sponsorizzazione è stato destinato da John a tre enti benefici: il Naomi House, centro di accoglienza e supporto per bambini e adolescenti con scarse probabilità di raggiungere l’età adulta, l’Help for Heroes, associazione a favore dei veterani di guerra e il Multiple Sclerosis Trust, ente benifico per i malati affetti da sclerosi multipla, che offre assistenza e supporto anche alle famiglie di chi soffre di questa grave malattia.
Mi considero molto fortunato per essere in grado di cimentarmi fisicamente in questa impresa. Molti dei miei ex compagni dell’esercito non lo sono stati altrettanto“, ha detto John prima di partire per il suo viaggio, aggiungendo che non vedeva modo migliore per impiegare le proprie ferie se non pedalare per portare un piccolo aiuto a chi ne ha più bisogno.

E’ giusto rimarcare il fatto che esistono ancora persone capaci di compiere grandi imprese, impegnative e faticose, in nome della carità e dell’aiuto dei meno fortunati; e forse non è un caso che il protagonista di questa storia sia proprio un membro del Team Stannah, accanita sostenitrice e fonte di incoraggiamento per i propri dipendenti.

Per saperne di più, visitate la nostra pagina Facebook e…continuate a seguirci!

Leave a Reply

Your email address will not be published.