Ecco a voi, una ad una, le poltroncine "europee" di Stannah Collection!

Scritto da La Redazione il 11-10-2012

Vi abbiamo già presentato Stannah Collection, la nuova linea di sei poltroncine montascale che richiama i colori e gli stili tipici della tradizione tessile europea.
E vi abbiamo detto anche che il progetto nasce dalla volontà di Stannah, che ha sempre considerato l’estetica dei suoi prodotti un’esigenza di primaria importanza, di prendersi cura di ogni abitazione offrendo agli over 65 dei montascale che, oltre a essere dotati di tutti i comfort e gli standard di qualità e sicurezza, siano anche gradevoli alla vista. Il tutto con l’intento di dimostrare come anche un ausilio come il montascale può diventare un oggetto di design bello ed elegante.
Ma adesso scopriamo assieme e da vicino i modelli di Stannah Collection!
 
Lyon
Il modello cattura per le avvolgenti note di colore dei gialli, rossi e aranciati che sembrano quasi essere stampati su morbida seta, rievocando al tempo stesso i colorati paesaggi del pittore Raoul Dufy. Nella realizzazione di questa fantasia è facile intuire come i designer Stannah si siano lasciati ispirare dalle mirabili opere dei Canuts lionesi.


Paris

Il modello si rifà alle rutilanti fantasie dei foulard e ai dinamici giochi di colori e luci tipici dell’arte impressionista. Non ultimo, inoltre, il netto richiamo all’intensità cromatica delle opere di Sonia Delaunay, regina incontrastata dell’arte dell’arazzo e del tessuto nella Francia degli anni ’20. Paris è caratterizzato da un meticoloso lavoro di artigianato sul materiale e dall’accattivante mescolanza dei colori.


Anvers
La delicatezza dei motivi floreali che creano quasi un sinuoso intrico di  forme e il garbato contrasto tra il bianco e nero del tessuto sono il tratto distintivo di questo modello molto chic, completamente ispirato alla magia dell’Art Nouveau e alla sua famosa linea “en coup de fouet”.

  Bruxelles
Anche in questo caso vi è un rinnovato tributo al movimento dell’Art Nouveau, che con il suo stile di linee dinamiche e ondulate dal forte impatto visivo aprì la strada all’architettura e al design moderni, superando così il classicismo di Epoca Vittoriana. Il modello “Bruxelles” si contraddistingue per l’armonica commistione dei colori che spiccano su un fondo chiaro di estrema raffinatezza.

Milano
Per il modello “Milano”, che richiama la nobile trama del velluto, l’ispirazione arriva dai disegni dei tessuti prodotti artigianalmente nell’Italia Settentrionale del XIV secolo, vera eccellenza dell’epoca. Il glamour contemporaneo incontra così l’eleganza lineare del passato.

Firenze
l’arabesco è il leit motiv di questo modello che riporta alle atmosfere sognanti e opulente dei palazzi aristocratici del XIX secolo, quando il motivo “arabesco vegetale” faceva da intricato e lussuoso sfondo a diversi stili architettonici e decorativi della tradizione italiana ottocentesca.
 
A voi quale poltroncina piace di più?
Siamo davvero curiosi di ricevere i vostri pareri in merito!
 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.