Scritto da La Redazione il 29/06/2012

La grande festa della città dei sassi con Stannah!

Stannah-muoversi-insieme-montascale

Come sapete, noi di Stannah andiamo spesso a trovare le numerose ortopedie sparse sul territorio italiano che collaborano con noi. Bene, nei prossimi giorni avremo la fortuna di trovarci a Matera, la splendida “città dei sassi” che proprio questo weekend si prepara per la secolare festa della sua protettrice, la Madonna della Bruna.
A Matera avremo l’opportunità, da sabato 30 giugno a lunedì 2 luglio (giorno della festa della Madonna della Bruna) di sperimentare una nuova forma di “discesa in campo”: l’ortopedia Abruzzese ci dà infatti la possibilità di allestire uno stand in strada, proprio davanti al negozio, in cui chi vorrà potrà raccogliere tutte le informazioni necessarie all’acquisto, la scelta e l’installazione del montascale. Chi verrà a trovarci allo stand potrà anche provare i nostri montascale: avremo con noi, infatti, una coloratissima “Bruxelles” e un’elegantissima “Sofia” a disposizione di tutti i passanti. I nostri consulenti saranno lì pronti a soddisfare tutte le vostre curiosità sul mondo delle scale e delle poltroncine.
Detto questo, cogliamo con piacere l’occasione di raccontarvi come si svolge la festa della Madonna della Bruna alla quale, dal nostro stand, avremo la fortuna di assistere.
Tutto inizia all’alba del 2 luglio con la processione “dei pastori”: i quartieri più storici di Matera salutano il passaggio del Quadro della Vergine, mentre i cavalieri, che scortano il carro, si radunano lungo le vie e le zone vicine.
In mattinata, la statua della Madonna raggiunge la chiesa di Piccianello per poi proseguire la sua processione in mezzo alla gente, tra le vie della città, fino ad arrivare in serata nel piazzale del Duomo dove si compiono i “tre giri”, simbolo di presa di possesso della città da parte della Patrona. La celebrazione termina di sera con la gara tra i colorati e festosissimi giochi pirotecnici presso i famosi rioni dei Sassi.
Come in ogni festa religiosa che si rispetti anche la storia della Madonna della Bruna si avvolge nel mistero e nella leggenda. Una di queste narra dell’apparizione di una giovane sconosciuta che chiese un passaggio a un carrettiere che stava rientrando in città con il suo carro. Arrivati alla chiesa di Piccianello, la fanciulla consegnò all’uomo un biglietto per il Vescovo di Matera e, subito dopo, il carrettiere la vide trasformarsi nella statua della Vergine, che gli sussurrò “Su un carro addobbato, voglio entrare ogni anno nella mia città”. Secondo la leggenda, il carrettiere, esaltato e incredulo, si precipitò dal Vescovo a consegnare il biglietto, sul quale c’era scritto: “Io sono la Madonna e vengo a visitare il buon popolo di Matera. Vieni a prendermi con tutto il Capitolo e i Principi della città e portami nella Cattedrale, che diventerà la mia casa”. Il Vescovo convocò immediatamente il Capitolo e i Principi per recarsi presso il luogo del miracolo dove si accorsero, con immenso stupore, che il misero carro del carrettiere si era trasformato in un sontuoso carro trionfale su cui troneggiava la maestosa statua della Madonna della Bruna. A quel punto, sempre più in preda alla commozione e allo stupore, si diressero in processione verso la Cattedrale e, arrivati lì, fecero percorrere al carro tre giri all’interno della piazza del Duomo, simboleggiando così la presa di possesso da parte della Madonna della sua dimora.
Con i suoi 600 anni di storia e tradizione, la festa della Madonna della Bruna rappresenta un lungo e imperdibile momento di gioia e celebrazione per gli abitanti di Matera. A chi avesse la fortuna di trovarsi da quelle parti il 2 luglio consigliamo vivamente di regalarsi una gita nella città dei Sassi che, tra l’altro, ricordiamo, è un gioiello dichiarato patrimonio dell’Unesco dal 1993.
Noi, la festa, non ce la perderemo di certo e, tra un sasso e l’altro, vi invitiamo a venirci a trovare al nostro stand. Vi aspettiamo!
Da Muoversinsieme un arrivederci al prossimo post!

Leave a Reply

Your email address will not be published.