Viaggi di Pasqua, relax e divertimento con chi ci piace

Scritto da Alessandra Cicalini il 29-03-2010

I detti hanno sempre un fondamento di verità, perciò è probabile che molti di voi si siano già organizzati per passare la Pasqua lontano dai propri parenti, a differenza di quanto, di solito, si fa a Natale. Tutti quelli che ci stanno pensando proprio in queste ore, invece, potrebbero trovare qualche itinerario utile nelle righe che seguono.
Nella scelta di una meta anziché un’altra, si considerano, naturalmente, una serie di fattori: il tempo, il denaro, i gusti e l’opportunità.
Partiamo con gli amanti dell’arte che non hanno potuto approfittare delle giornate del Fondo italiano per l’ambiente appena trascorse. Roma accoglie i suoi turisti (parafrasando Paolo Conte che però parlava di artisti e di Parigi, ottima meta…) con la splendida mostra su Caravaggio alle Scuderie del Quirinale (per le altre mostre guardate quel che avevamo scritto poco tempo fa),
aperta fino al prossimo 13 giugno. Se avete intenzione di visitarla giusto sotto Pasqua, però, conviene che vi affrettiate a prenotare la guida altrimenti rischierete di restare fuori. Se decideste comunque di soggiornare nella capitale, potreste provare a pernottare in uno dei molti Bed and breakfast ormai diffusi su tutta la Penisola, che hanno il pregio, in genere, di essere centrali e collocati in bei palazzi. Viaggi della Repubblica segnala per esempio il Black hotel vicino a San Pietro, per chi ha qualche soldo in più a disposizione (una doppia costa per una notte da 240 euro in su). Se volete spendere un po’ meno (circa la metà per una doppia),
potreste dormire nella zona San Lorenzo, un quartiere giovane e insieme popolare assai vicino al centro, scegliendo l’omonimo hotel Laurentia.
Se avete voglia di una vacanza più a contatto con la natura, potreste scegliere una vacanza sulla neve (posto che abbiate voglia ancora di freddo e sappiate sciare) partendo per le Dolomiti. Il già citato inserto di viaggi del quotidiano del gruppo Espresso riporta un’offerta di una settimana a 553 euro a persona per il Ganischgerhof Mountain Resort & Spa.
Per chi desidera rilassarsi in un ambiente sì naturalistico, ma teoricamente più mite (almeno si spera!),
la Toscana potrebbe essere la meta più adatta: due notti in una matrimoniale alle porte di San Gimignano costano 190 euro secondo il portale Tu.it all’Hotel Pescille. Se volete non solo relax ma anche più salute, potreste scegliere un soggiorno alle terme. Di mete e offerte il Web è pieno, perciò vi consigliamo di dare un’occhiata al già citato portale specializzato nel turismo e nelle prenotazioni online: troverete molte informazioni non solo sulle principali località termali italiane, ma anche su quelle delle frontaliere Slovenia e Croazia.
Per i più tradizionalisti, infine, la Pasqua è l’occasione per girare la Penisola alla ricerca dei riti popolari più suggestivi. Permettetemi uno spot alla mia terra, l’Abruzzo, a un anno dal terremoto: un salto nella terra natale di Gabriele D’Annunzio, Ignazio Silone ed Ennio Flaiano può essere anche un modo per stare vicino alle zone ferite dal terremoto di un anno fa. In tutta la regione, si moltiplicano processioni del Venerdì Santo, rievocazioni della Passione e altre celebrazioni suggestive come quella della Madonna che scappa di Sulmona, la mattina di Pasqua.
Tradizioni simili – come racconta sempre “Viaggi” della Repubblica – sono anche fuori dall’Italia, per esempio a Malaga, in Spagna, per tutta la settimana santa, oppure a Lisieux, in Francia, in cui si unisce la festa religiosa a quella gastronomica con i corsi sulla fabbricazione dei formaggi di Normandia, che si ripetono anche in questo periodo.
Qualunque meta scegliate, cercate di passare momenti piacevoli: buoni preparativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.