La rivoluzione dei SUPERMERCATI

Scritto da Alessandra Cicalini il 04-02-2008

Quante volte succede di trovarsi in difficoltà al supermercato nel cercare di afferrare un prodotto sullo scaffale più alto della corsia e bisogna chiedere aiuto?

d’ora in poi non succederà più, se anche in Italia si seguirà l’esempio di Berlino, dove è stato inaugurato da qualche giorno un nuovo supermercato della catena Kaiser’s. In realtà non si tratta di un supermarket qualsiasi, bensì di un punto vendita ideato per clienti avanti con gli anni. l’idea è nata dalle statistiche che prevedono, per la fine del decennio, che un terzo della popolazione avrà superato i 50 anni. Le caratteristiche studiate per ridurre le fatiche della spesa vanno da citofoni per richiedere assistenza, a carrelli che diventano comode sedute all’occorrenza, da lenti d’ingrandimento per leggere scadenze e prezzi, a scale mobili per raggiungere i prodotti più scomodi, per finire con poltrone massaggianti dove accomodarsi durante la coda alle casse.

Uno spunto che potrebbe essere ben accolto in Liguria, la regione più “vecchia” d’Italia: il numero delle nascite infatti è la metà dei decessi. Conad, Coop Liguria e Basko dichiarano che tutte le novità che arrivano dall’estero sono accattivanti ma vanno sempre rapportate e riadattate al contesto italiano, in cui tra personale e clienti si instaurano rapporti confidenziali, e dove spesso i clienti vogliono sentire il clima di un vecchio negozio di alimentari.

I Paesi dell’Europa del Nord sono più all’avanguardia per quanto riguarda anziani e disabili, ma anche in Italia ci si sta attrezzando per fornire servizi di spesa telefonica e on line, soluzioni decisamente più pratiche per tutti quelli che, indipendentemente dall’età, vogliono ancora occuparsi autonomamente della spesa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.