Scritto da La Redazione il 29/01/2014

Sessant’anni di paesaggio italiano in 134 fotografie

Stannah-montascale-detrazioni

Agli amanti della fotografia oggi segnaliamo questa notizia che abbiamo scovato nella pagina Facebook dei nostri amici del Fai, il Fondo per l’Ambiente Italiano: fino al 20 aprile 2014, il Museo di Roma in Trastevere ospiterà la mostra fotografica “II paesaggio italiano. Fotografie 1950 – 2010”.

Un’occasione da non perdere per chi ha voglia di scoprire “come eravamo” e come appariva il nostro Paese a partire dalla metà del secolo scorso. L’esposizione, curata da Walter Liva, evidenzia infatti, attraverso 134 immagini, i diversi modi con i quali il paesaggio italiano è stato approcciato dalle diverse “scuole di pensiero” alle quali sono appartenuti gli autori.

Dai pittorialisti (come Riccardo Peretti Griva o Enrico Pavonello in giovane età) ai fotografi vicini all’estetica Crociana (Giuseppe Cavalli, Piergiorgio Branzi, Alfredo Camisa, Giuseppe Moder, Raffaele Rotondo, Dino Bruzzone), e gli aderenti a La Gondola (tra cui Gianni Berengo Gardin, Elio Ciol, Fulvio Roiter, Gino Bolognini, Giuseppe Bruno), per proseguire poi con i neorealisti (Luigi Crocenzi, Gianni Borghesan e Nino Migliori all’inizio della sua carriera artistica) e i paesaggisti del Touring Club Italiano (Bruno Stefani, Toni Nicolini, Ezio Quiresi e negli anni successivi Francesco Radino).

Dal paesaggio esplorato come in un viaggio di scoperta (Paolo Monti) allo studio del profondo legame con la letteratura (nelle immagini dei maestri Mario Giacomelli e Ugo Mulas), dal paesaggio visto come una “terra incantata” di Franco Fontana alla nuova poetica della fotografia degli anni ’70, fino alla “cattura” della dimensione urbana: nell’esposizione trovano spazio tutti i nomi e gli stili fotografici più importanti del nostro paese. Immagini, sensibilità e poetiche che si rincorrono lungo le 134 fotografie, ripercorrendo una storia che di sicuro vi regalerà un susseguirsi di ricordi ed emozioni.

Dopo l’esposizione a Roma (promossa dall’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dal C.R.A.F. Centro Ricerca e Archiviazione della Fotografia, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura) le foto viaggeranno a Zagabria in Croazia e a Lubiana in Slovenia, in occasione del Semestre di Presidenza Italiana dell’Unione Europea.

Gli iscritti al FAI avranno diritto a uno sconto di 1 euro sul biglietto (6,50 euro invece di 7,50). Per informazioni dettagliate sugli orari di apertura e i costi della mostra vi consigliamo di dare un’occhiata a questo link.

Buon divertimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.