Scritto da La Redazione il 25/06/2014

Turisti senior responsabili!

Muoversi-Insieme-Stannah-leader-mondiale-montascale-disabili

Viaggiare, che meraviglia! C’è chi viaggia per conoscere terre inesplorate e chi per godersi un rilassante soggiorno in una località estiva con tanto di cocktail a bordo piscina. C’è chi invece ama le escursioni in montagna e percorrere sentieri tra i boschi; chi preferisce solcare i mari con tutti i confort di una crociera, l’amante dell’arte e della cultura che anche con 40 gradi all’ombra non rinuncerebbe mai a musei e mostre e chi opta per una vacanza green per rimanere a contatto con la natura. Ma chi sono questi viaggiatori dai gusti sopraffini, affamati di sapere e bramosi di scoprire? Sono i turisti senior, una fetta del mercato turistico sempre più importante in Italia che, numeri alla mano, cresce del 15% l’anno e rappresenta il 20% della spesa totale per le vacanze. L’aspetto più rilevante, però, è che quella dei turisti senior è una fetta di popolazione destinata ad aumentare negli anni e che decide di vivere la terza età in modo attivo e propositivo, approfittando del grande tempo libero a loro disposizione.

Per questo oggi affronteremo il tema del turismo responsabile, un particolare filone del settore turistico che offre viaggi e vacanze attenti non solo all’ambiente, ma anche al rispetto delle culture e delle tradizioni locali. In Italia tale concetto è promosso dall’AITR, Associazione Italiana Turismo Responsabile che, appoggiandosi a diversi tour operator presenti su tutto il territorio, propone vari percorsi turistici un po’ in tutto il mondo, adatti anche a un pubblico senior.

Volendo stilare una classifica dei percorsi più intriganti per i turisti senior, la redazione di Muoversi Insieme ha inserito nella propria top 5:

1) “I viaggi della biodiversità”. Dal legame tra Planet Viaggi Responsabili, agenzia di viaggi socia dell’AITR, e WWF Italia nasce l’iniziativa “I viaggi della biodiversità”. Si tratta di una serie d’itinerari naturalistici che favoriscono l’avvio di progetti ecosostenibili che coinvolgono sia i singoli turisti in visita sia le popolazioni locali. Per coloro che fossero interessati a compiere un viaggio all’insegna dell’avventura, suggeriamo di dare un’occhiata a Senegal WWF – Gente di Mare, progetto che fa conoscere la vita della gente del delta del Sine Saloum che da secoli vive in armonia con la natura e a Guatemala – Biodiversità con il WWF, viaggio alla scoperta del popolo Maya.

2) “Turismo culturale”. È il tema proposto da Viaggi solidali, cooperativa socia dell’AITR che organizza viaggi nel pieno rispetto dell’ambiente, in linea con le caratteristiche del turismo responsabile. La categoria presenta una selezione accurata delle città d’arte da visitare per approfondirne cultura e tradizioni. Dall’Europa all’Estremo Oriente fino ai caldi mari dei Caraibi, il ventaglio di offerte tra cui scegliere è molto vasto.

Tuttavia, se non volete spingervi troppo lontano dall’Italia e preferite optare per una città facilmente raggiungibile in un paio d’ore d’aereo, vi suggeriamo Romania – Lungo le vie incantate della Romania, per chi vuole scoprire il legame profondo tra il nostro paese e la Romania, Spagna – Valencia e le Sierre di Cuenca e Teruel, per visitare i borghi medievali della Spagna, Algeria – Algeri e Numidia: l’Algeria romana tra arte, storia, archeologia e impegno sociale e Marocco – Marocco del nord: un viaggio tra le città imperiali e i sapori del Rif, per scoprire la ricchezza culturale della sponda meridionale del Mediterraneo.

3) Italia. Anche l’Italia fa la sua parte nel promuovere vacanze all’insegna del turismo responsabile. Inutile dire che la varietà del suo territorio si adatta alle più svariate tipologie di viaggio, ognuno dei quali è in grado di far vedere un lato inesplorato del Belpaese. Tra la vasta gamma di proposte, vi segnaliamo I sentieri partigiani in provincia di Cuneo, un percorso per rivivere i luoghi storici della Resistenza in Italia, Valpolicella – Eno Itinerario, per chi vuole conoscere le terre dove ha origine uno dei più grandi vini italiani e Lago di Garda – Rotta dei Limoni, per ammirare le inaspettate distese di limoni che colorano la costa.

4) “Lampedusa, guida per un turismo umano e responsabile”. Si tratta di un percorso, nato dalla collaborazione tra l’AITR, il Comune di Lampedusa e quello di Linosa, pensato per i turisti che non vogliono rinunciare a un bel bagno nelle acque cristalline dell’isola, ma che vogliono anche conoscere la storia degli abitanti di questa terra, crocevia di speranze che si frappongono tra il Nord e il Sud del mondo.

5) Oltreoceano. Per i turisti senior più intraprendenti che vogliono spingersi in continenti lontani, culle di culture antichissime, consigliamo Maldive Korallionlab, per osservare i tesori delle Maldive a fianco di ricercatori scientifici ed esperti di biologia marina, Nepal il paese dall’aria sottile dove è possibile immergersi nelle varietà culturali che questo paese ospita, Kenya – savana & corallo, per vivere la terra maasai e la costa swahili, Nativi d’America, per ripercorrere le strade nelle terre dei Nativi Americani, tra Grand Canyon e Monument Valley, e Argentina del Nord: Salta e le Valli Calchaquies, per assaporare la vita rurale tradizionale, tra gli aromi dei vini e i colori dei paesaggi.

Sperando di avervi incuriosito abbastanza da voler compiere uno di questi meravigliosi viaggi, vi lasciamo con questa frase che Andrej Tarkovskij disse nel 1983 nel documentario con Tonino Guerra Tempo di viaggio: “Tutto quello che siamo lo portiamo con noi nel viaggio. Portiamo con noi la casa della nostra anima, come fa una tartaruga con la sua corazza. In verità, il viaggio attraverso i paesi del mondo è per l’uomo un viaggio simbolico. Ovunque vada è la propria anima che sta cercando. Per questo l’uomo deve poter viaggiare”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.